piccole delusioni verso sera

d

Ci si vive strisciando le comete, ma non si sente il ghiaccio
il sibilo, il cammino, come se l’universo fosse fermo
e il tempo non si muove, ma non sei tu quel tempo
e non sei suolo, una conchiglia, un faraglione, un sonno
e non sei suono, neppure quando suona
né potresti sentirlo, perché non sei una forma dentro l’aria,
non sei una vibrazione, una scintilla
e non ti accorgi della tua tristezza, del cuscino sudato, del barlume
che forza le persiane e la finestra, penetra, sguscia, cade sul selciato
perché non hai una stanza e la strada di sera tira vento
spazza, ma tu non sei una foglia, non hai fruscio
e non vai nel cimitero di novembre
e l’acqua nei tombini ti trascina, trasformandoti in fiume
di cui non hai un’idea e quando il mare
avvolge, ti consegna a una costa ma non hai
piedi sparsi di sabbia
e le orme che lasci, o lasceresti, se ne sentissi il peso,
stanno alla notte come sta il tuo guscio
che i gabbiani rovistano col becco, ma non sei una testuggine
e lo sconforto del pianeta resta una frase ignorata
che non ha orecchie, occhi e non ha voce
ma non è colpa mia se l’universo
ignora la sua stessa vastità.

Euridice non abita più qui (nuova versione)

2525490744
Euridice non abita più qui:
non mi fido del vento.
L’ultima volta aveva i tacchi alti
e questo mi facilitava
ma l’odore faceva paura.
Niente da fare,
non abita più qui,
d’altronde neppure io
e non so dove mi trovo
probabilmente a metà di un orizzonte
che mi sono stancato di completare.
Poi ti vestivi come fa una donna
(sai, quelle forme che ti volti indietro)
e ti chiedevo: “passano?”
gli uccelli come gli anni.
Sospiravi:
“non penserai di rimanere illeso”
ma restavo tranquillo.
Io sono nato a nord del tuo pensiero
dove il vento mi sposta
e non ho altro.

pensieri immaginari

Interior-1869-Edgar-Degas

Verso l’alba? – chiedevi
mentre cercavo qualche descrizione
se avessi visto sotto un’altra sera
o versato del latte sulla testa
ridere o sorseggiare
un pensiero pensato e poi gettato.
Tuttavia mi chiedevi: verso l’alba?
ed io mi immaginavo una finestra
una notte che passa
la prima stella al centro della luna
sapendo che tu sai che non è vero
ma avresti finto di crederci
per lasciarmi uno spazio di smentire
la terra
e una tenebra a stento sopportata.

Dell’insignificanza di significare – estratto.

Non è tempo di poesia.

 

La politica come tragedia umana. Cause e conseguenze.

La mia indignazione sta superando i livelli di guardia. So che non leggerà quasi nessuno, ma pubblico ugualmente un estratto di un mio articolo che uscirà sul prossimo numero della “Rivista Fermenti”, temo troppo tardi.

Leggi qui o scarica gratis

Dell’insignificanza di significare estratto

Il comizio di Di Maio al Tg2 e il contemptus mundi — Giuseppe Genna

Citazione

(Siamo) in vacanza – siete – : la morte no. Attenzione, non sta solo su un ponte!

 

Ierisera, il più innocentemente possibile, assistevo al Tg2 e, il più colpevolmente possibile, sono rimasto travolto da un non tanto improvvisato comizio del vicepremier Luigi Di Maio. Era uno sproloquio strategicamente vòlto alla conquista di un consenso subitaneo a partire dal lutto nazionale per la tragedia del ponte Morandi a Genova, qualcosa di immarcescibilmente stupido […]

via Il comizio di Di Maio al Tg2 e il contemptus mundi — Giuseppe Genna

lettera a nessuno

Kline_no2

(Kline)

Ho negato di aver scritto di te
perché non avevo tempo
o più semplicemente non avevo il tempo
perché il tempo non si può avere
come non si possono avere le corolle
che nascono di pomeriggio
perché niente nasce di pomeriggio
né posso avere quello che mi accade
perché è subito accaduto
e quello che accadrà lo scriviamo la sera
quando tutto è successo
e tu non ci sei.

una giornata lunga

1f6f0852c5b31b63c177848c392ea8c0
Mi ricordo domenica
la decenza di un velo, il tempo incerto
la sera
mi ricordo di te senza pensare
e questo mi sconcerta
e mi chiedevi
– esiste? –
quando cade la notte un’altra volta
e il mondo si dimentica
dilata
e noi dimentichiamo
sabato in spiaggia dove passa il vento
muove la sabbia. muove l’onda bassa
e il tempo:.